La Palma del Sud Imprenditoria organizza “Premio la tua storia”

Sabato 23 febbraio presso l’Hotel Enea di Aprilia, si terrà la prima edizione dell’evento “Premio la tua storia” organizzato dall’associazione La Palma del Sud Imprenditoria. Protagonisti dell’iniziativa, nove imprenditori e imprenditrici, che si sono distinti per il loro impegno nel realizzare la loro attività. Scopo dell’evento è mettere in risalto a livello locale e regionale tutte le giovani piccole e medie imprese che si sono distinte nel campo dell’imprenditoria e che sono state in grado di crearsi da sole, nonostante tutte le difficoltà della vita. Sul palco dell’associazione La Palma del Sud Imprenditoria realtà locali, regionali e internazionali che faranno emozionare e stupiranno il pubblico presente. “La premiazione punterà molto sulle capacità, sulla buona volontà e sulla storia dietro al loro successo – commenta la presidente dell’associazione La Palma del Sud, Zrelli Sihem – Sono stati mesi di duro lavoro. Ho dovuto selezionare una rosa di candidati adatti, intervistarli e organizzare le riprese. Ma che cosa è e come nasce l’evento Premio la tua storia? Nel corso del mio cammino di volontaria, sia per quanto riguarda l’immigrazione sia per quanto riguarda l’imprenditoria, mi sono imbattuta in tantissime persone con racconti fatti di sogni, lacrime e sudore. Persone che hanno affrontato mille difficoltà per riuscire ad aprire un qualcosa di piccolo, tutto loro. Premio la tua storia è un evento dedicato a loro: a chi aveva un sogno e che ha lottato con le unghie e con i denti per poterlo realizzare. Molto spesso si guardano le attività degli altri con una puntina di invidia. Beato lui che ha un negozio che non ha un capo sopra di sé e che ha un lavoro sicuro oppure diciamo frasi come Beata lei che comincia ad incassare i soldi. Facciamo queste affermazioni senza però mettere in conto il duro passato per arrivare a questo. Infatti la verità dietro a una vetrina di un negozio non è sempre questa. Dietro le quinte c’è sempre una fatica h24 a livello fisico ma soprattutto mentale. Ovviamente sto parlando di chi fa seriamente il proprio lavoro e si suda ogni minuto, facendo ciò che ama. Chi ha un’attività non ha un capo, questo è vero, ma è schiavo di se stesso e della sua impresa. Non ha giorni di ferie, non ha malattie, permessi o congedi di maternità e il suo posto non è affatto sicuro: ci sono le tasse da pagare, tasse a volte talmente alte da superare i guadagni. Dietro la vetrina di un negozio e di qualsiasi attività ci sono i tanti sforzi fatti perché nulla si realizza tramite un sacrificio. Ma quei sacrifici, per una strana reazione chimica della vita, si trasformano in servizi per tutti noi…Dietro un’impresa c’è passione per il proprio lavoro. Amare il proprio lavoro significa avere la pazienza e la forza di superare tutti gli ostacoli, di oltrepassare le barriere burocratiche, di fare sacrifici enormi per pagare le tasse e la capacità di rinunciare al proprio tempo libero per dedicarsi a 360° alla propria attività. “Premio la tua storia” nasce in questo modo: dall’esigenza di raccogliere e raccontare queste storie così colme di sacrifici e speranze e per dare loro il giusto valore che meritano”. L’evento sarà presentato dalla giornalista Marina Cozzo, la giuria è composta dai giornalisti Jacopo Cascone di Sfera Magazine, Salvatore Lonoce, Consuelo Noviello di Informalibera News, Antonella Rizzo di Mondo Reale e dalla psicologa Rita Accatino. L’evento è patrocinato dal Comune di Aprilia