Prosegue la settimana di prevenzione del Diabete ad Aprilia

L’AIDA, l’Associazione Italiana Diabetici, prosegue in questa settimana, la campagna di sensibilizzazione per il diabete. Il poliambulatorio di Aprilia ha riservato uno spazio per chi vuol effettuare un controllo dei suoi valori. E’ importante che avvengano tali iniziative sul territorio e che coinvolgano più persone possibili. Spesso solo dopo problemi di salute, ci si rivolge alle strutture sanitarie per controlli. Invece si dovrebbe pensare che la prevenzione è sempre utile ed a volte vitale. Dai dati comunicati da Giovanni Pandolfo, volontario dell’AIDA di Aprilia, nella prima giornata sono stati effettuati 50 screening, il giorno seguente 70 screening e ieri ben 82 controlli. Quindi ottimi risultati di adesione considerando la fascia oraria dalle 9,00 alle 12,00 che per chi lavora e studia  diventa critica. Ricordiamo che ancora fino a domani venerdì 16 novembre dalle 9,00 alle 12,00 i volontari dell’AIDA di Aprilia sono presenti nel piazzale del Poliambulatorio di Aprilia, per dare tutte le infomazioni e farvi fare uno screening gratuito per il diabete nella sede ambulatoriale.

 

Giornata mondiale del Diabete: una settimana dedicata alla prevenzione

La Giornata Mondiale del Diabete o più brevemente GMD è stata creata dalla federazione internazionale del diabete, l’IDF, e dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1991 in risposta alla crescente sfida alla salute posta dal diabete. Si tiene ogni anno il 14 novembre che corrisponde alla data di nascita di Frederick Banting il co-scopritore dell’insulina con Charles Best nel 1922. Quest’anno il tema della GMD è Famiglia e Diabete.  Anche quest’anno la sezione di Aprilia dell’Aida, l’Associazione Italiana Diabetici, aderisce alla Giornata Mondiale del Diabete. Gli screening gratuiti per prevenire il diabete e le visite audiometriche per il controllo dell’udito verranno effettuate presso il Poliambulatorio della Asl di Aprilia in via Giustiniano da lunedì 12 a venerdì 16 novembre dalle 9:00 alle 12:00. Un appuntamento da non perdere, è fondamentale la prevenzione. Ricordiamo che il diabete è una malattia in cui c’è aumento nel sangue dei livelli di glucosio, lo zucchero, la glicemia per un deficit della quantità e, spesso, nell’efficacia biologica dell’insulina, l’ormone che controlla la glicemia nel sangue e che viene prodotto dal pancreas. Il diabete non è una malattia contagiosa: vivere con un diabetico non fa venire il diabete. Il diabete non è una malattia ereditaria, nel senso che, tranne che per poche varietà molto rare, non c’è un passaggio inevitabile della malattia da una generazione ad un’altra. Esiste però una predisposizione familiare, soprattutto in caso di diabete tipo 2, per cui chi ha un diabetico fra i parenti di primo grado, genitori o fratelli, ha un rischio di ammalare superiore rispetto a chi non ha parenti con la malattia. Il diabete, tranne casi particolari, è una malattia cronica che va curata per tutta la vita. La cura è essenziale non solo per eliminare i disturbi legati all’iperglicemia, spesso assenti, ma per minimizzare il rischio di complicanze croniche. Quindi  è meglio prevenire, è sono di fondamentale importanza sociale queste iniziative mirate a sensibilizzare tutti, dando una efficace e reale informazione.