Rinnovamento nello Spirito Santo: al via la 45esima Conferenza Nazionale Animatori

Il Rinnovamento nello Spirito Santo, si prepara alla 45^ Conferenza Nazionale Animatori, che si terrà dal 26 al 28 novembre prossimo. Un evento che coinvolgerà 1000 persone al Palaterme di Fiuggi e circa 10mila in 133 luoghi diocesani. L’inizio di questo Anno giubilare verrà celebrato venerdì 26 novembre, a Roma, con la Celebrazione Eucaristica  presso la Basilica papale di Santa Maria Maggiore, presieduta alle ore 17,00 dall’Arciprete S. E. Card. Stanislaw Rylko alla presenza dei delegati del RnS di tutte le Diocesi. Un grande evento in presenza, dopo i difficili mesi segnati dal distanziamento a causa del Covid-19, un’occasione propizia per promuovere la ripresa del cammino comunitario nel post pandemia.
Anche i fratelli e le sorelle del Rinnovamento nello Spirito Santo delle diocesi di Albano, Frascati e Velletri si riuniranno a Villa Campitelli, Frascati, dove i vescovi Vincenzo Viva e Raffaello Martinelli presiederanno l’eucarestia.
Ciò che caratterizza quest’anno il tradizionale momento di formazione annuale degli animatori del Movimento è proprio lo “stile sinodale”, attraverso il pieno coinvolgimento dei Cenacoli, Gruppi e Comunità presenti in Italia, per favorire una larga partecipazione sul territorio e per vivere unitariamente un anniversario importante: il Giubileo d’Oro del Rinnovamento in Italia.
Era infatti l’autunno del 1971, quando il Rinnovamento Carismatico Cattolico cominciava a muovere i primi passi in Italia e, dal gennaio 1972, vedeva sorgere le prime realtà, a Roma (Pontificia Università Gregoriana) e a San Mauro Pascoli (Rimini).
«È davvero tempo di rinnovare la nostra alleanza con Dio e fra noi – dichiara Salvatore Martinez, presidente nazionale del RnS – di rinnovarla, di percepirne la novità e la necessità. Desideriamo un RnS che non indietreggi nella carne, ma che vinca nello Spirito tutte le difficoltà e le prove che la pandemia ha provocato. Ci apprestiamo a vivere la nostra 45^ Conferenza Nazionale Animatori, che ci permette di conclamare lo spirito sinodale voluto da Francesco e di favorire una circolazione di carismi, ministeri, operazioni mai visti in passato. Come sono vere e attuali per noi le recentissime parole del Santo Padre, rivolte in occasione della 49^ Settimana Sociale dei cattolici italiani: “Si avverte il bisogno di incontrarsi e di vedersi in volto, di sorridere e di progettare, di pregare e di sognare insieme. Ciò è tanto più necessario nel contesto della crisi generata dal Covid. Non possiamo rassegnarci e stare alla finestra a guardare, non possiamo restare indifferenti o apatici senza assumerci la responsabilità verso gli altri e verso la società… Per rialzarci dobbiamo convertirci a Dio e imparare il buon uso dei suoi doni… primo fra tutti il creato… Non manchi soprattutto l’ardore della conversione comunitaria”. L’evento che vivremo a Fiuggi e in 133 luoghi diocesani sarà dunque un meraviglioso modo per attuare tutto questo, “rilanciando” il nostro cammino alla vigilia del Giubileo d’Oro del Rinnovamento in Italia e celebrando, tra memoriale e memoria grata, questa lunga storia che merita di essere narrata alle nuove generazioni. Sinodalità, rilancio dei carismi e ministeri nei nostri territori, testimonianza di vitalità diocesana ed ecclesiale saranno infatti gli elementi distintivi di questo atteso appuntamento, da condividere in piena comunione attraverso una “sussidiarietà circolare”, che vedrà il RnS sempre più proteso verso quella “diocesanità fattiva” capace di mostrare il vero volto e le tante prerogative spirituali e sociali del Movimento stesso alle nostre Chiese locali».

fonte RnS locale – G.V.