Premio Italia Giovane

Il Premio Italia Giovane organizzato dall’Associazione Giovani per Roma, quest’anno è nel segno di Leonardo Da Vinci. Storie ed esperienze professionali di giovani, under 35, da condividere e diffondere nella società. La cerimonia di premiazione si è tenuta presso la sede della Luiss Business School a Roma,  in tredici, oltre quattro menzioni speciali, provenienti da tutta Italia, hanno ricevuto il premio in funzione di ciò che trasmettono e rappresentano, per i meriti professionali o per le ricerche scientifiche condotte. Volti e nomi legati alla medicina, al mondo delle start up, spazio, fintech e sport, ma anche impegnati nella società civile, nelle professioni e, in particolare per questa edizione, tra le forze dell’ordine impegnate per la sicurezza del Paese. Andrea Chiappetta, presidente del comitato promotore commenta: “Il premio è un serbatoio di qualità, che raccoglie ragazze e ragazzi che hanno trovato la loro strada, purtroppo non sempre in Italia, per realizzare il loro sogno. Di recente il presidente Mattarella, in visita nella Silicon Valley, ha stigmatizzato proprio questo fenomeno: quello delle menti italiane che corrono all’estero per la ricerca di fondi con cui avviare le proprie start up. Su tutto questo dovremmo interrogarci e chiederci perché questo accade, e come poter invertire questa tendenza”. I vincitori di questa edizione sono:  Andrea Bonaceto (Fintech), Alberto Atelli (Impegno civico), Antonio Di Franco (Medicina), Vincenzo Elifani (Innovazione), Marco Farci (impresa e internazionalizzazione), Fernando Frediani ( Start up), Hady Milani ( Spazio), Federico Palmieri ( Start up), Riccardo Patriarca ( Spazio), Edwige Pezzulli (Spazio), Filippo Cocca (Polizia di Stato), Emanuela Perinetti (Start up), Andrea Giordano ( Avvocato dello Stato), Aurora Almadori ( Medicina), Antonio Vincenti (Medaglia d’oro Carabinieri), Giria Alessandra Russo (Guardia di Finanza) Calogero Terrazzino ( Polizia penitenziaria).