La Regione Lazio ha presentato il  progetto Scelgo di Essere. Libera! Un progetto rivolto a 60 donne che abbiano un’idea di impresa in forma singola o in team, e che siano in fuoriuscita dalla violenza con il sostegno dei servizi della rete regionale

.La call resterà aperta fino al 18 gennaio.

Questa azione di innovazione sociale vuole affiancare i Centri antiviolenza nella costruzione di percorsi di autonomia rivolti alle donne vittime di violenza, sostenendo in particolare lo sviluppo di progetti di autoimprenditorialità.

L’obiettivo è stimolare le partecipanti ad intraprendere percorsi di empowerment, sia in forma singola che associata.

Il percorso del laboratorio di impresa avrà una durata di 40 ore e si articolerà in 4 moduli complementari di supporto all’acquisizione di competenze utili per la crescita personale e lavorativa, così articolati:

  • laboratorio delle idee di impresa (costruzione del gruppo, verifica delle idee, business model canvas);
  • pianificazione professionale (processi di gestione aziendale, pianificazione strategica, marketing digitale, tecniche di Pitch);
  • fonti di finanziamento (forme di finanziamento di impresa);
  • project work (tecniche di pitch applicate ai progetti).

Il laboratorio di formazione si concluderà con un evento nel quale verranno presentati i progetti finali. Sono previsti 8 premi del valore di euro 1.000 per i progetti più solidi che si costituiranno in impresa entro 6 mesi dalla presentazione.

Partner del progetto è Global Thinking Foundation, fondazione no profit che opera in favore dell’empowerment delle donne e che supporta la parità di genere, grazie a iniziative volte all’inclusione economico-finanziaria.

fonte Regione Lazio

 

Consuelo Noviello

Informalibera.com è una testata giornalistica telematica nata nel 2012 dalla passione per l'informazione di Consuelo Noviello.
Riservato ogni utilizzo ed uso
@informalibera