La Tenuta Calissoni Bulgari aderisce al progetto educativo sulle Aree Protette di Aprilia

Il prossimo 15 maggio alle ore 9,00 presso la Tenuta Calissoni Bulgari verranno liberate alcune specie di animali selvatici soprattutto uccelli, che sono stati oggetto di cure per essere reinseriti in un habitat naturale. Un evento educativo a contatto con la natura e nel rispetto di essa che si inserisce nel progetto educativo sulle Aree Protette del territorio di Aprilia, con lo scopo di motivare i bambini e i ragazzi alla scoperta dei luoghi di appartenenza. Il programma prevede il coinvolgimento di scuole e famiglie perché siano cittadinanza attiva, sviluppando una coscienza critica del rapporto con l’ambiente e comportamenti responsabili verso la natura, l’archeologia e la storia locale. Gli incontri saranno gestiti da educatori esperti del Dipartimento Carabinieri Bio-diversità di Fogliano, che si occupano della tutela e della guarigione della fauna selvatica. La Tenuta Calissoni Bulgari, con il suo ambiente naturale incontaminato, è un luogo ideale per gli animali e la loro crescita equilibrata. Con questo programma la Tenuta intende sensibilizzare l’opinione pubblica e coinvolgere i bambini nella liberazione degli animali, per regalar loro il ricordo di una giornata memorabile e soprattutto per educarli al rispetto dell’ambiente. Nell’evento del 15 maggio,un centinaio di bambini racconterà la giornata disegnando la fauna e la flora con l’assistenza dell’associazione “Arte Mediterranea”, attiva da più di 30 anni ad Aprilia in campo socio-culturale.

Parvinder Kumar vince la prima edizione di “Premio la tua storia”


Il concorso organizzato dall’associazione La Palma del Sud Imprenditoria “Premio la tua storia” è stato vinto da Parvinder Kumar. Fra i 60 candidati che hanno fatto pervenire la loro partecipazione, 8 imprenditori sono stati selezionati dalla presidente dell’associazione, Sihem Zrelli. Gli otto finalisti hanno evindenziato la forza di volontà e lo spirito di sacrificio. I protagonisti dell’edizione “Premio la tua storia- 2019” sono stati Su Zhi Ke del ristorante Hong Kong, Soliman di un banco di fiori, Pina Truocchio di Devil Fashion, i Pazienti con Acqua, Farina e Fantasia, Debora Faiola della Comunità Alloggio per Anziani Villa Gilda, Kabes Atef di Juicy Point, le sorelle Prioli della Profumeria Prioli e Parvinder Kumar di Pinder’s House. Presenti alla giornata di premiazione la giuria composta dalla psicologa Rita Accatino, dai giornalisti Jacopo Cascone di Sfera Magazine, Salvatore Lonoce del Giornale del Lazio, Consuelo Noviello di Informalibera News ed Antonella Rizzo di Mondo Reale. L’evento è stato moderato dalla giornalista Marina Cozzo ed ha visto la partecipazione dell’assessore Gianfranco Caracciolo, in rappresentanza del Comune di Aprilia che ha patrocinato l’iniziativa. L’assessore Caracciolo ha espresso parole di plauso dicendo: “Questa è una iniziativa molto lodevole, avrei premiato tutti quanti perché per fare l’imprenditore in un momento come questo ci vuole coraggio”. La giuria che ha attentamente esaminato le storie dei partecipanti e si è confrontata sulla scelta del vincitore, ha fatto il suo intervento nel corso della presentazione dei finalisti. La presidente di giuria, Consuelo Noviello, ha ringraziato la presidente Sihem Zrelli per la partecipazione, augurando il proseguimento negli anni di “Premio la tua storia” dicendo in merito a questa edizione: ” E’ stata una scelta molto difficile, in quanto siete tutti vincitori, la vostra vittoria è nel fatto che con sacrificio, impegno, costanza state portando avanti il vostro lavoro, il vostro progetto imprenditoriale. Mi ha particolarmente colpito il percorso e proseguo generazionale, è importante che i genitori trasmettano l’importanza della propria attività ai figli. Essere imprenditori vuol dire essere i pionieri, gli artefici della propria vita, del proprio lavoro, della propria fonte di sostentamento. Riuscire a coniugare il lavoro con la famiglia, trasmette i propri valori, questa è una grande vittoria”. Antonella Rizzo ha puntalizzato come ci sia in queste storie il superamento delle barriere culturali e del classismo: “C’è integrazione e femminismo. Sono storie che parlano di una società e di un futuro migliore. Sono storie cariche di speranza”. Salvatore Lonoce ha affermato: “Questo evento è l’ulteriore prova che Aprilia è una città generosa, in grado di offrire una possibilità a tutti e diventerà il fiore all’occhiello per l’integrazione e la cultura”. Jacopo Cascone, ha rivolto parole di apprezzamento nei riguardi dei giovani dicendo:” Queste storie sono degli esempi validi che testimoniano che non è vero che noi giovani non abbiamo voglia di lavorare”. La psicologa Rita Accatino, ha commentato la premiazione di Parvinder dicendo: “La storia di Parvinder Kumar è una storia di rinascita, quella di un uomo che è stato in grado di rinnovarsi per cambiare il percorso del suo destino. Ha dimostrato che è molto importante avere la capacità di reinventarsi. Questo ti permette di poterti vendere sul mercato”. Parvinder proviene dall’India, in Italia trova inizialmente lavoro come lavapiatti ma da un lavoro umile Parvinder è riuscito non solo ad integrarsi, ad imparare la lingua ma anche a migliorarsi ed a crescere nella sua carriera, fino ad arrivare ad essere il proprietario del bar dove lavorava. Un’iniziativa ben riuscita ed organizzata grazie alla presenza della giornalista Marina Cozzo che ha moderato gli interventi e coordinato. La presidente Sihem ha ringraziato i partecipanti, la giuria, Marina Cozzo e la giornalista Assia Manfredino ed il fotografo Fabrizio Tedeschi che hanno lavorato per la realizzazione di questo evento sottolineando che: “Per me tutti i candidati sono vincitori. Faccio a tutti loro i miei migliori auguri perché ho toccato con le mie mani la loro vita. Il mio obiettivo è quello di trasformare “Premio la tua storia” in un appuntamento annuale, aggiungendo dei miglioramenti, in modo tale da poterlo rendere un evento ufficiale apriliano”. Sihem Zrelli ha presentato anche il premio speciale, un “Premio a distanza” che è stato dato all’imprenditrice tunisina Habiba Chat-Essalem. Habiba, figlia di agricoltori, ha imparato sin da bambina il lavoro artigianale della lavorazione delle foglie di palma, una tecnica tunisina che si basa sull’uso di foglie di palma recise e intrecciate tra di loro per realizzare oggetti come borse o cappelli ed altro. Crescendo è diventata talmente brava da diventare un punto di riferimento in Tunisia e da essere chiamata in tutta l’Arabia Saudita per insegnare lo stesso mestiere anche ad altre ragazze arabe.

La Reggia di Caserta…meraviglia italiana

Oggi, vogliamo condividere alcune immagini della Reggia di Caserta. Una meraviglia italiana da visitare. La residenza della famiglia reale dei Borbone di Napoli è stata proclamata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997. La Reggia di Caserta è stata progettata dall’architetto napoletano di origini olandesi Luigi Vanvitelli, morto nel 1773, non riuscirà vedere completata la sua opera, i cui lavori saranno ultimati dal figlio Carlo. Il 20 gennaio del 1752 veniva posata la prima pietra dell’opera che venne completata nel 1847. Il Palazzo Reale comprende 1.200 stanze con 1.742 finestre, 245 delle quali si aprono nella facciata, su pianta rettangolare, copre un’area di 44mila metri quadrati. Un luogo incantevole da visitare.

La Corale Polifonica Città di Anzio al Teatro Argentina

La Corale Polifonica Città di Anzio sarà al Teatro Argentina di Roma, dal 13 al 18 novembre, con lo spettacolo “Va Pensiero” di Marco Martinelli. L’ideazione e la regia è di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari. Gli artisti in scena saranno Ermanna Montanari, Alessandro Argnani, Salvatore Caruso, Tonia Garante, Roberto Magnani, Mirella Mastronardi, Ernesto Orrico, Gianni Parmiani, Laura Redaelli, Alessandro Renda. Lo spettacolo vede la partecipazione della Corale Polifonica Città di Anzio nell’esecuzione di alcuni brani dalle opere di Giuseppe Verd, accompagnatore e maestro del coro Stefano Nanni. L’evento è prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro delle Albe – Ravenna Teatro.  “Va pensiero è una grande creazione corale – spiegano gli organizzatori in una nota stampa –  una drammaturgia di Marco Martinelli, che condivide l’ideazione e la regia con Ermanna Montanari, i quali prendono ispirazione dalla “speranza” risorgimentale inscritta nella musica di Giuseppe Verdi che fa da controcanto al “pantano” e alla corruzione dell’Italia di oggi. L’antica melodia di Verdi sorvola l’Italia che è intorno a noi, anzi che “siamo” noi, fotografando il disfacimento politico, l’impossibilità di riconoscersi negli ideali dei vecchi partiti, il declino del costume nazionale: elementi di un magma inestricabile che fa un tutt’uno con la nostra vita collettiva. Il testo si ispira ad un fatto di cronaca, infatti la storia è ambientata in una piccola città dell’Emilia Romagna all’inizio del secolo, dove un coraggioso vigile urbano non obbedisce ai poteri forti, e si fa licenziare pur di mantenere la propria integrità: l’intreccio di mafia, politica e imprenditoria “disponibile” che sta avvelenando il tessuto sociale della regione che ha visto nascere il socialismo e le prime cooperative. Tuttavia, il “pensiero” riesce ancora a muoversi. Un altro affondo drammaturgico di Martinelli sulla patria raccontata attraverso i suoi inferni e i suoi gesti di ribellione: un grido disperato e ancora vibrante di speranza, perché si ritrovi il senso di parole come “democrazia” e “giustizia”. Lo spettacolo in due atti vede in scena l’ensemble del Teatro delle Albe insieme ad altri attori “ospiti”, e un coro dal vivo che eseguirà arie e corali dalle opere verdiane”.

 

Letture animate “Le mille e una storia…benvenuti nel giardino del re”

 

Continuano le numerose attività culturali della Biblioteca Comunale di Villa Adele, dal 3 al 32 luglio, tutti i martedì e giovedì dalle 16:45 alle 18:45, si terrà il laboratorio estivo “Le mille e una storia… benvenuti nel giardino del re”, condotto da Cinzia Franchi. Si tratta di un progetto che prevede suggestive letture animate e giochi all’aria aperta, riservato ai bambini in età compresa tra i sei e gli undici anni. La partecipazione è gratuita, per le iscrizioni potete contattare il numero 06 98499478. La Biblioteca Comunale di Anzio è una biblioteca di pubblica lettura che offre servizi di prestito domiciliare e consultazione in sede di libri, audiovisivi, ebook, audiolibri, oltre al prestito interbibliotecario e alla consulenza bibliografica. La Biblioteca organizza numerose iniziative rivolte ad adulti, ragazzi e bambini: dalle letture animate allo yoga, dagli incontri di musicali a quelli letterari, dalle conferenze ai laboratori.

Ardea: aperta la via sacra dei Romani

E’ stata aperta la via sacra dei Romani un’opportunità che il Comune di Ardea ha realizzato in “Come un archeologo”, un evento che ha avuto la sua prima giornata e che la stessa amministrazione ha intenzione di riproporre per far visitare la via sacra del mito di Enea e degli antichi Rutuli, di quel popolo che, secondo la leggenda, fu all’origine del mito di Roma. L’iniziativa con l’inaugurazione della “Via Sacra dei Romani” è stata creata insieme all’Associazione di promozione turistica e culturale “La Costa di Enea”. La visita è stata inserita nel catalogo di viaggi nato grazie a un accordo della stessa associazione con il tour operator Estland. L’itinerario ha toccato le aree archeologiche di Casarinaccio, Colle della Noce, Castrum Inui e dell’Oratorio cristiano ipogeo. “Visitare Ardea è importante per chi voglia conoscere le origini del mito di Roma – ha spiegato il sindaco Mario Savarese – sono convinto che questo percorso possa affascinare i cultori dell’età classica, in un percorso raccontato da Virgilio nell’Eneide”. “Ho notato un grande entusiasmo tra la stampa e i tour operator – ha detto Manuela Troiani, presidente della Costa di Enea – abbiamo dimostrato che anche questi territori possono essere alla base di un progetto di sviluppo turistico. Noi ci crediamo e continueremo a crederci. Castrum Inui è stato affascinante e una splendida sorpresa per tutti. Da luglio tutti i pacchetti turistici e le escursioni saranno operativi”.

 

Il Monumento al Pescatore si inaugura il 19 maggio

Sabato 19 maggio alle ore 10.30, presso i giardini di Largo Bragaglia, ad Anzio sarà inaugurato il Monumento al Pescatore, realizzato grazie all’impegno dell’omonimo Comitato, presieduto da Ciro Spina, in sinergia con l’Amministrazione Comunale che ha stanziato le somme necessarie per completare i lavori finalizzati al posizionamento dell’opera, realizzata dall’artista Leonardo Carrano. Sarà un evento importante, sia dal punto di vista culturale che della storica tradizione marinara di Anzio, organizzato dal Gabinetto del Sindaco, che vedrà protagonisti i Pescatori ed il Comitato che ha lavorato alla realizzazione del Monumento. La Banda Musicale della Città di Anzio intonerà le note dell’Inno Nazionale e della canzone “Angelita di Anzio” che, in questi anni, ha accompagnato tutti gli importanti eventi anziati, diventando un vero e proprio Inno Cittadino alla Pace, con l’artista John Mezzadri, dei Marcellos Ferial,  che, lo scorso gennaio, dopo oltre mezzo secolo dall’uscita del disco, è tornato ad Anzio per cantare dal vivo la canzone sulla bimba “con i capelli di grano e gli occhi di passero”. All’inaugurazione del Monumento al Pescatore, annunciata nei mesi scorsi anche dal format televisivo “Lineablu”, sarà presente il sindaco, Luciano Bruschini, le Autorità militari, civili e politiche del territorio ed i Pescatori di Anzio, che saranno i veri protagonisti della manifestazione insieme al Comitato che, con impegno e passione, si è adoperato per raggiungere l’obiettivo. Padre Francesco Trani, arciprete della Chiesa Madre di Anzio, Santi Pio e Antonio, in ricordo dei Pescatori che hanno perso la vita in mare, benedirà il Monumento che celebra i sacrifici dei protagonisti dell’economia marinara anziate. Il Monumento al Pescatore si aggiunge a quello, situato al centro storico, dedicato a Papa Innocenzo XII,  Padre Fondatore della nuova Anzio, che ha ricevuto il plauso pubblico di Papa Francesco, con l’intero iter amministrativo adottato dalla Segreteria Tecnica del Sindaco.